Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

4° edizione dell'Arquitectura Film Festival Santiago / ArqFilmFest

Data:

25/10/2018


4° edizione dell'Arquitectura Film Festival Santiago / ArqFilmFest

ArqFilmFest 2018 presenterà oltre 40 film sul cinema e sull'architettura

 

Il festival si svolgerà nel Barrio Lastarria, nell’arco di quattro giorni, e sarà scenario di prime visioni in Cile e in America Latina, di una serie di conferenze ed esposizioni sul fumetto e sull’archietettura, e di molto altro.

 

affs afiche web 72dpi 

Evento: ArqFilmFest - Arquitectura Film Festival Santiago

Data: 25-28 ottobre 2018

Luogo: Barrio Lastarria

 

Santiago, 15 ottobre 2018 - La quarta edizione dell’Arquitectura Film Festival Santiago, ArqFilmFest, si svolgerà tra il 25 e il 28 ottobre con esposizioni e attività gratuite in diverse sedi del Barrio Lastarria, come il Museo de Artes Visuales (MAVI), la Casa O de Lastarria, il Centro Gabriela Mistral (GAM), il Teatro Ictus, e il Cine Arte Alameda.

Questo festival, che invita il pubblico a guardare, sentire e pensare le città in una maniera diversa attraverso il cinema e altre attività, proietterà oltre quaranta filmati e, tra questi, sette film selezionati dall’équipe del festival per la “mostra”, diversi dei quali costituiranno delle prime visioni per il Cile o l’America Latina.

In questo modo si potranno conoscere: la controversa “neoarchitettura andina” che Freddy Mamani ha sviluppato in Bolivia con “Cholet” –una combinazione di ville ed elementi indigeni– (Isaac Niemand, Brasile, 2017); il tour della regista francese Agnès Varda e dell’artista grafico urbano JR, Jean René, attraverso diverse cittadine dell’entroterra francese, con “Visages Villages” (Agnès Varda e JR, Francia, 2017); il movimento radicale italiano degli anni sessanta, raccontato dalla voce dei suoi stessi protagonisti, con “Super Design” (Maria Cristina Didero e Francesca Molteni, Italia, 2017); il lungometraggio “Aquarius” (Kleber Mendonça Filho, Brasile, 2016), interpretato da Sonia Braga, che incarna una critica discografica in pensione che difende il proprio appartamento da un promotore immobiliare; il film “Big Time” (Kaspar Astrup Schröder, Danimarca, 2017), che segue nell’arco di cinque anni i processi creativi dell’architetto Bjarke Ingels, a cui era stato affidato l’incarico di disegnare e costruire uno dei grattacieli che hanno sostituito le Torri Gemelle, collassate l’11 settembre del 2001; oltre ad altri innovativi elementi audiovisivi.

 

visage village 3

"Visages Villages"

 

Convegni, esposizioni e altro

Si svolgeranno poi delle speciali attività in altri edifici. Nella Facoltà di Architettura e Urbanistica dell’Universidad de Chile (FAU), l’artista visuale argentina Graciela Taquini, che ha debuttato come regista con “La obra secreta”, presenterà il proprio film e dialogherà con altri invitati su Le Corbusier, il massimo rappresentante dell’architettura moderna.

Nella Facoltà di Architettura e Urbanistica dell’Universidad Católica (FADEU), nel frattempo, il grafico-umorista dell’architettura, lo spagnolo Luis Miguel Lus Arana –maggiormente conosciuto come “Klaus”- esibirà “La imagen del arquitecto”. Klaus inoltre prenderà parte a diversi convegni sul fumetto e sull’architettura, che si realizzeranno nella Casa O de Lastarria, dove sarà presente anche Enrique Bordes -autore del libro “Cómic, arquitectura narrativa” (2017, Spagna)- con il convegno “Vivimos en una historieta”.

Verranno presentati anche alcuni episodi della nuova serie “Habitar” (Chile, 2018), progetto di un documentario realizzato dai registi Joaquín Mora e Verónica Wüst, che attraverso ritratti intimi mostra distinte forme di vivere in diversi luoghi del Cile. Questa esibizione sarà integrata da un’installazione artistica nell’edificio Carmen 36, che inviterà a riflettere sui nostri modi di abitare.

 

Competizione internazionale

Uno degli altri elementi importanti del festival è la tradizionale competizione internazionale “La ciudad es…”, che quest’anno ha ricevuto oltre 1.500 film provenienti da tutto il mondo. In seguito ad un intenso lavoro di valutazione l’équipe di ArqFilmFest ha selezionato 34 filmati che verranno proiettati in vari edifici durante i giorni del festival e tra i quali verranno nominati i vincitori delle categorie di finzione, documentario, sperimentazione e ripresa di elementi architettonici.

La nomina sarà a capo della giuria composta da tre donne: l’architetto e gestrice culturale Pola Mora (ArchDaly), la documentarista Tiziana Panizza (Tierra Sola, 2017) e la direttrice della rivista LaFuga.cl Carolina Urrutia (Un Cine Centrífugo: Ficciones Chilenas 2005-2010). Tutte loro parteciperanno anche a convegni che cercano di riflettere sulla relazione che intercorre tra cinema e architettura, ai quali si aggiungeranno vari appuntamenti con i rappresentanti di altri festival latinoamericani incentrati su questa tematica -come “Ciudades Reveladas” dell’Argentina e “Cinetekton” del Messico-, nonché con registi che hanno focalizzato il proprio lavoro su questo argomento.

 

de metropolis a blade runner

Da "Metropolis" a "Blade Runner" 

 

Workshop “Re-visiones de ciudad”

Infine, verrà presentata un’opera che è stata realizzata collettivamente durante il workshop dell’ArqFilmFest, svoltosi tra luglio e agosto 2018, a cura del critico cinematografico Christian Ramírez e del regista di Kiné-Imágenes, Daniel Dávila; si tratta del documentario “Re-visiones de una ciudad”, realizzato dai circa 20 partecipanti del workshop, il quale raccoglie ossessioni e visioni di Santiago in una storia unica.

ArqFilmFest è un progetto finanziato dal Ministero delle Arti, della Cultura e delle Persone, attraverso il Fondart Nacional de Arquitectura 2018. Le attività sono gratuite, fatta eccezione per le esibizioni nel Cine Arte Alameda. Ulteriori informazioni sulla programmazione si trovano nel sito www.arqfilmfest.cl

 

Informazioni

Data: Da Gio 25 Ott 2018 a Dom 28 Ott 2018

Organizzato da : ArqFilmFest

Ingresso : Libero


1100